Tag Archives: integrazione

Strategie Salviniane di Salvezza

29 Nov

Immagine correlatadi Cosimo Perrotta — Migranti e Sviluppo n. 23

Salvini e il suo entourage passano da tempo notti piene di incubi. Secondo i dat ufficiali, nel 2017 in Italia, i reati sono diminuiti del 10%, gli omicidi di quasi il 50%, le rapine del 37,6%, i furti del 14% (dati ISTAT). Questa tendenza dura da alcuni anni. Se continua così, c’è il rischio che le masse crescenti che plaudono al governo si accorgano del bluff. Continua a leggere

Annunci

Immigrati, una risorsa su cui investire (estratti)

25 Nov

Risultati immagini per Immigratidi Rocco Bellantone — da Nigrizia Notizie 10 ottobre 2018
Un paese che invecchia, che vede trasferirsi all’estero sempre più giovani, in cui le nascite sono al livello minimo dal 1861 e che ha bisogno di politiche nuove per integrare in modo gli immigrati. È questa la fotografia dell’Italia nel Rapporto 2018 sull’economia dell’immigrazione presentato oggi dalla Fondazione Leone Moressa a Roma, Palazzo Chigi (relatrice del Rapporto, Chiara Tronchin). Continua a leggere

Immagine

L’Europa e le migrazioni internazionali – Ciclo di Seminari a Lecce 2018/2019

6 Nov

Nessun testo alternativo automatico disponibile.

Il senso dei luoghi secondo Mimmo Lucano

22 Ott

L’intervista a Mimmo Lucano qui presentata è stata realizzata a Riace il 6 maggio 2011. Altre riprese e interviste sono state compiute a Riace e in paesi della Locride in anni successivi, all’interno di un progetto di ricerca sul senso dei luoghi, sulla memoria e sulla vita dei paesi abbandonati, sull’antropologia delle aree interne a rischio spopolamento, sugli abitanti che restano e resistono all’abbandono, sulle feste del ritorno tra le rovine o nei luoghi dell’abbandono, oltre che su pratiche economiche, sociali, culturali tese alla costruzione di nuove comunità. Continua a leggere

Come integrare i migranti – Prima parte

29 Mag

Risultati immagini per integrare i migrantiMigranti e Sviluppo maggio 2018

Lavoro e accoglienza – 18 di Aldo Randazzo

Cause delle migrazioni

Uno degli scopi del convegno dovrebbe essere quello di approfondire le ragioni che alimentano le migrazioni. Questo è importante per governarle (o tentare di farlo). Prevalentemente ci troviamo di fronte a fenomeni endogeni quali le guerre, le carestie, le estreme povertà, ecc. Non è escluso possano esservi motivi connessi alle facili comunicazioni odierne che, consentendo la conoscenza di stili di vita diversi, alimentano la speranza o l’illusione di una vita migliore. O, ancora, il richiamo di parenti precedentemente emigrati che hanno raggiunto migliori condizioni di esistenza. Continua a leggere

Migranti e Sviluppo n.2 [10/2016]

3 Nov

mensile di Sviluppo Felice e humanfirst.it

a cura di Cosimo Perrotta e Gianluca Palma

chiuso il 27 ottobre 2016

Risultati immagini per Gorino immigrazioneSe l’Unione Europea non riuscirà a governare l’emigrazione, rendendola un fattore di sviluppo per tutti, il suo progetto di civiltà e benessere fallirà. E con esso si spegnerà il principale faro nel mondo di democrazia, di diritti umani e diritti civili

Lo choc di Gorino

Gorino è una frazione del Delta del Po, 400 abitanti, che il 24 ottobre hanno alzato le barricate per impedire che 12 donne immigrate e i loro bambini fossero ospitate nell’hotel-bar del paese. Le autorità hanno provato ad insistere, chiedendo almeno ospitalità per una notte. Niente da fare. Quando il prefetto ha rinunziato, i ribelli hanno fatto grigliate per festeggiare, e le loro dichiarazioni si son fatte sempre più arroganti (e ignoranti). Perché non dire che sono razzisti (loro negano, come ogni buon razzista)? Ci sono stati molti commenti giustamente scandalizzati; alcuni invece sono beceri e favorevoli ai “coraggiosi insorti”. Ma colpiscono di più i commenti che, ancora una volta, esprimono comprensione verso questi episodi di inciviltà (“Poveri locali, non sono stati preparati. E’ colpa dei prefetti, che si ostinano ad ospitare in emergenza, invece di tenere gli immigrati nascosti e all’addiaccio, aspettando che la gente del luogo maturi”). Questi commenti di rinomati maitres à penser incoraggiano il razzismo senza volerlo. Cercare di capire le cause sociali e culturali che favoriscono il razzismo non ha niente a che vedere col dar ragione ai razzisti. Continua a leggere

Migranti e Sviluppo – n.1

26 Set

mensile di Sviluppo Felice e humanfirst.it

a cura di Cosimo Perrotta e Gianluca Palma

Se l’Unione Europea non riuscirà a governare l’emigrazione, rendendola un fattore di sviluppo per tutti, il suo progetto di civiltà e benessere fallirà. E con esso si spegnerà il principale faro nel mondo di democrazia, di diritti umani e diritti civili

 n.1 – chiuso il 22 settembre 2016 Continua a leggere

Immigrati. Occasione perduta? – II parte

14 Mar

l’articolo 14-3-2016 di Cosimo Perrotta

  1. Creare occupazione

QZpPrC8Q3k-immigrati_profughiGli immigrati non risolvono il problema della disoccupazione nelle nostre società, e del conseguente aggravarsi delle disuguaglianze nei redditi. Possono dare però un buon contributo a risolverlo. Intanto perché creano domanda per i lavori che provvedono a tutti i loro bisogni: accoglienza, alloggi, istruzione, socializzazione, inserimento nel mondo amministrativo, apprendimento dei nostri valori e dei diritti umani, ecc. In secondo luogo perché, con i loro investimenti in piccole imprese, stanno gradualmente ricostruendo il tessuto economico della micro-occupazione. Continua a leggere

L’integrazione dei rifugiati in Europa. Più impegno, meno problemi

27 Dic

Articolo di Economist 12 dicembre 2015

Data l’importanza dell’articolo, lo abbiamo tradotto

130259327-aa602bd8-966d-495d-8f9e-5f4ec940762c.jpg_1064807657L’età media per i tedeschi e per gli italiani è attualmente di 46 anni. La si metta a confronto con quella della giovanile America (38), della dinamica India (27) o dell’adolescenziale Etiopia (19). Man mano che l’Europa invecchia, i datori di lavoro di tutte le categorie si confrontano con la carenza di manodopera. Continua a leggere

A proposito di integrazione: l’esperienza del Comune di Este a Padova

19 Ott

flussi-2011-slide-ministero-internoVi segnaliamo un’interessante esperienza del Comune di Este (Padova). Gli attori firmatari del protocollo di intesa mettono in campo concrete misure di integrazione e opportunità lavorative in favore degli immigrati.

PROTOCOLLO D’INTESA TRA
􀂾 PREFETTURA DI PADOVA
􀂾 COMUNE DI ESTE
􀂾 ECOFFICINA EDUCATIONAL COOPERATIVA SOCIALE ONLUS
􀂾 IL VILLAGGIO GLOBALE COOPERATIVA SOCIALE ONLUS

Scarica il documento: Protocollo_ESTE.pdf

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: