Strategie Salviniane di Salvezza

29 Nov

Immagine correlatadi Cosimo Perrotta — Migranti e Sviluppo n. 23

Salvini e il suo entourage passano da tempo notti piene di incubi. Secondo i dat ufficiali, nel 2017 in Italia, i reati sono diminuiti del 10%, gli omicidi di quasi il 50%, le rapine del 37,6%, i furti del 14% (dati ISTAT). Questa tendenza dura da alcuni anni. Se continua così, c’è il rischio che le masse crescenti che plaudono al governo si accorgano del bluff.

E’ vero che finora quanto più la delinquenza diminuisce tanto più aumentano l’odio e la paura per lo straniero (potenza della propaganda populista!); aumentano i fucili comprati (+ 10%) e i voti nei sondaggi. Ma quanto può durare l’inganno? Se il bambino di Andersen si accorse che “il re è nudo”, persino gli elettori leghisti e penta-stellati se ne possono accorgere, prima o poi.

E allora, ecco il colpo di genio. Prima si fa la Legge sulla Sicurezza (approvata alla Camera il 27 nov. scorso) e poi si farà la legge – tanto sospirata dalla lobby delle armi – sul permesso di sparare facile.

Si fanno leggi che smantellano quel poco di integrazione dei migranti che la società italiana è riuscita a fare finora. Si tagliano i finanziamenti pro-capite agli Sprar, cioè l’accoglienza promossa dai Comuni e finanziata dallo stato (15,60 euro al dì, invece dei 35 di prima); si elimina l’accoglienza per motivi umanitari (chi se ne frega dell’art. 10 della Costituzione, che obbliga ad accogliere gli stranieri in difficoltà!); si impedisce ai non regolarizzati di usufruire dello Sprar.

Così, dai centri di accoglienza (assolutamente provvisoria, per carità!) vengono eliminati psicologi e assistenti sociali, ridotti al minimo medici e infermieri; spariscono i corsi di italiano, la formazione professionale, le attività sportive e ricreative, i trasporti per il centro urbano vicino. Sta già succedendo.

L’opposizione di centro-sinistra obietta che così spariranno i controlli, gli emigranti irregolari verranno spinti verso l’accattonaggio o l’illegalità; quelli in attesa di regolarizzazione rimarranno fuori del contesto sociale, disoccupati per forza e impediti a fare qualsiasi cosa. Così matureranno risentimento e ribellione. Per di più il permesso di sparare facile trasformerà la legittima difesa, che già esiste, in licenza di uccidere (sì, sì, come James Bond, come John Wayne, come l’amato Putin!). Infine, quasi tutti questi emarginati non potranno mai andarsene perché gli accordi di rimpatrio con gli stati di provenienza non si fanno (abbiamo accordi solo con 5 stati).

Che obiezioni sciocche! E’ proprio questo che “il popolo” (cioè Salvini) vuole ottenere. Per creare un clima di paura, bisogna lasciare allo sbando qualche milione di immigrati. Gridare che, siccome sono vagabondi, sono un pericolo per le nostre donne. Bisogna armare, armare e ancora armare (sono già 4 milioni e mezzo gli italiani armati). E bisogna evitare di fare accordi per il rimpatrio. Eccetto che con la Libia, dove almeno siamo sicuri che li torturano a dovere (cosa che questa Italia antifascista, rammollita e radical-chic non vuole più fare, neanche con i drogati!).

La sinistra obbietterà ancora che è contraddittorio impedire l’integrazione dei migranti e poi lamentarsi che essi non si integrano e che sono incontrollabili. Che ingenuità! La sinistra non è in grado di capire queste strategie. E’ chiaro, adesso, perché “la sua opposizione è inesistente”?

Annunci

Una Risposta to “Strategie Salviniane di Salvezza”

  1. Pasquale Montemurro 29 novembre 2018 a 21:15 #

    Uno dei motivi della crescita di Salvini? I governi precedenti destinavano, con i finanziamenti pro-capite agli Sprar, ben 35 euro al giorno per migrante, senza preoccuparsi di tanti Italiani, senza lavoro e magari senza casa, che muoiono di fame Per piacere, NON E’ POSSIBILE che l’Italia, tradita dalla UE (i Francesi fanno morirei migranti sugli scogli e nella neve delle Alpi, gli Austriaci ed i paesi dell’Est, Ungheria e “compagni” chiudono le frontiere! Per questo, Juncher affermò che “l’Italia ha salvato l’onore dell’Europa”, con riferimento ai migranti), pensi PRIMA AD I MIGRANTI E SI DISINTERESSI DEGLI ITALIANI POVERI! E’ ASSURDO! E basta con il concetto “i migranti sono una risorsa”, perché a causa della mancanza di lavoro, DEI PORCI DI ITALIANI FANNO LAVORARE I MIGRANTI A NERO! E SE NON CI AVETE FATTO CASO, DA DIVERSI ANNI I “CAPORALI NON SONO PIÙ’ GLI ITALIANI, BENSÌ’ GLI STESSI EXTRA COMUNITARI CHE FANNO LAVORARE A NERO I PROPRI CONTERRANEI E METTONO LE LORO RAGAZZE SULLE STRADE A FARE LE PROSTITUTE! E LA DROGA? E’ RETAGGIO DEGLI AFRICANI, ALBANESI, ECC. APRITE GLI OCCHI E SE IL CENTRO SINISTRA TORNERÀ’ A GOVERNARE, CAMBI E RISOLVA PRIMA I PROBLEMI DEGLI ITALIANI!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...