Tag Archives: sobrietà

L’Enciclica Laudato si’: il concetto di “sviluppo autentico”

14 Set

coverL’articolo 14-9-2015 di Cosimo Quarta

L’Enciclica Laudato si è molto importante, sia perché è il primo documento papale, di chiara ispirazione francescana, dedicato alla crisi ambientale, o meglio, alla “cura della casa comune” (come recita il sottotitolo), sia perché essa è rivolta non solo ai cattolici, ma “ad ogni persona che abita questo mondo” (3). Tale crisi è talmente grave da costituire la sfida più urgente del nostro tempo. Si tratta di “unire tutta la famiglia umana nelle ricerca di uno sviluppo sostenibile e integrale” (13). Continua a leggere

Annunci

L’ideologia dello sviluppo: pericolosità di un mito duro a morire

23 Set

di Cosimo Quarta

www.campaniaeuropa.itI recenti studi sulle crisi economiche degli ultimi decenni, da un lato, individuano e analizzano le diverse cause mediate e immediate delle crisi, dall’altro, raramente le affrontano in termini di «sistema», per risolvere alle radici il problema.

Tra le cause generali, cioè sistemiche, qui mi preme affrontare l’ideologia dello sviluppo. L’attuale modello di sviluppo si è trasformato in ideologia, poiché implica un continuo aumento dei consumi. Infatti in ogni periodo di crisi, tra le misure adottate dai governi troviamo, in primis, quelle per stimolare i consumi. Ma un sistema economico che per non entrare in crisi ha bisogno di produrre e di consumare sempre di più è destinato, prima o poi, al fallimento. A mettere in evidenza i limiti di questo modello economico non è più soltanto il «vecchio» Marx, ma anche non pochi studiosi del nostro tempo. Continua a leggere

Educare alla sobrietà felice

7 Mar

 di Cristiana De Santis

Sara Marconi, Francesco Mele, Sobrietà felice. Otto incontri e una rivoluzione possibile, edizioni la meridiana, 2011, pp. 75.

Sara Marconi, Francesco Mele, Sobrietà felice. Otto incontri e una rivoluzione possibile, edizioni la meridiana, 2011, pp. 75.

Il termine felicità e l’aggettivo corrispondente, felice, indicano in italiano sia lo stato d’animo di chi è contento, soddisfatto (in inglese happiness, happy) e sia la qualità di un’idea, di una frase, di un’espressione ben riuscita, appropriata (in inglese felicity).

L’aggettivo felice è recentemente entrato in collocazione con sostantivi di ambito economico come decrescita, ma anche – in una visione alternativa – col suo contrario, sviluppo, a indicare le condizioni di appropriatezza per uno sviluppo che si vuole etico e sostenibile, cioè rispettoso dei criteri di equità sociale e della capacità di carico degli ecosistemi che ci sostengono. Al tempo stesso, lo sviluppo che si vuole non deve suggerire solo idee di rinuncia e privazione, ma anche di felicità nel senso più comune della parola. Continua a leggere

Il debito ecologico

20 Set

di GIANFRANCO GATTI

È ormai evidente che ci troviamo davanti ad una crisi ecologica di portata mondiale. In pochi decenni l’uomo, col suo sviluppo, ha compromesso il suo rapporto con la Terra modificandone completamente gli equilibri biosferici, tanto da trasformare la Terra in un nuovo nemico. La cosa che sorprende è che, nonostante gli scenari della catastrofe, si continua a vivere come se in futuro non potesse accadere nulla di grave, si segue il dogma della crescita fondato sulla cancellazione dello spazio fisico e del mondo vivente[1]. Continua a leggere

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: