Tag Archives: Pini Paolo

‘Austerità espansiva’ e provvedimenti per la crescita e l’occupazione. I parte

4 Apr

Abbiamo rivolto ad alcuni economisti questa domanda: Quali sono i 5 o 6 provvedimenti principali che possono rilanciare la crescita e L’OCCUPAZIONE PRODUTTIVA in Italia? – Prossimamente risponderanno anche Marcello Messori, Paolo Pettenati, Vera Zamagni, Adriano Giannola, Lilia Costabile, Stefano Zamagni.

Risponde PAOLO PINI

riforma elettorale

Bisogna considerare che in Italia la crisi iniziata nel 2007 si è aggiunta ad una fase di ristagno che dura da alcuni decenni. L’economia italiana soffre dunque sia di scarsità di domanda sia di bassa produttività. Per di più essa si muove in un contesto di politiche europee poco favorevoli alla crescita (v. avanti). In questo quadro vanno raccomandate le seguenti politiche. Continua a leggere

Annunci

Two visions of Europe and how to tackle the crisis

28 Feb

  di Paolo Pini

euroIn Europe the policy of austerity has prevailed over that of growth, and a new term seems to become popular: “expansionary austerity”. This policy has been governed by a fundamentally liberal view of Europeanism, as opposed to a view interpreting Europeanism in terms of social market economy, as it was in the pre-Euro age when a stronger and more progressive vision of a Political Europe was on the agenda. Continua a leggere

The supremacy of Economic Europe over Political Europe and the economic crisis

25 Feb

di Paolo Pini

euThis trend came into conflict for two reasons.It is now commonly thought that the economic crisis has hit a Europe which doesn’t stand on two pillars, but barely on one. That is, it stands on the pillar of an Economic Europe, which is incomplete and asymmetrical. The pillar that is missing is a Political Europe, which was supposed to evolve into the United States of Europe. Due to the difficulties along the road towards a Political Europe in a period when the European Union was marching forward to expansion in the East, the single currency took on importance as an instrument of harmonisation and convergence of the economies of each nation, aiming to achieve political unity in the end (once the economies had been harmonised). Continua a leggere

Il salario di produttività nell’Agenda Monti

7 Gen
Mario Monti

Mario Monti

di Paolo Pini

L’Agenda Monti (http://www.agenda-monti.it/) fa riferimento all’Accordo sulla Produttività firmato dalle parti sociali il 21 novembre 2012. Nella sezione Rivitalizzare la vocazione industriale dell’Italia, si afferma:

Serve infine lavorare sulla produttività totale dei fattori e sul costo del lavoro per diminuire quel divario con gli altri Paesi europei che crea uno squilibrio di competitività. Bisogna quindi continuare sulla strada del decentramento della contrattazione salariale lungo il solco dell’accordo tra le parti sociali dell’ottobre scorso”. Continua a leggere

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: