Hillary Clinton sui migranti

29 Gen

di Piero Rizzo
Migranti e Sviluppo — Commenti esteri n. 25
Per questo numero abbiamo selezionato l’intervista di Hillary Clinton al Guardian su un argomento al centro della politica, non solo europea, di questi ultimi anni: la gestione del problema migranti. Come chiaramente sintetizzato dal titolo – “L’Europa deve contenere l’immigrazione per fermare i populisti di destra” – la Clinton sottolinea l’urgenza di modificare radicalmente l’approccio per poter arginare la preoccupante crescita del populismo, che tra l’altro ha già portato all’elezione di Trump e alla Brexit.
Dopo aver apprezzato la generosità della cancelliera Merkel (che nel 2015 ha accolto un milione di migranti) ha affermato:” Penso che l’Europa abbia bisogno di gestire la migrazione perché è ciò che ha innescato l’incendio”, riferendosi in particolare al populismo di destra. “Ammiro l’approccio molto generoso e compassionevole adottato da leader come Angela Merkel, ma penso che sia giusto dire che l’Europa ha fatto la sua parte, e deve inviare un messaggio molto chiaro – ‘non saremo in grado di continuare a fornire rifugio e sostegno’- perché se non affrontiamo la questione della migrazione essa continuerà a intorbidire il corpo politico”.
Le osservazioni della Clinton hanno suscitato reazioni in tutta Europa nel momento in cui essa sta lottando per raggiungere una posizione unitaria, dopo che oltre un milione di migranti e rifugiati sono arrivati nel 2015.
Mentre alcuni paesi che hanno sopportato maggiormente il peso, come la Germania, l’Italia e la Grecia, hanno sostenuto che l’onere debba essere condiviso in modo più uniforme, alcuni governi, in particolare dell’Europa centrale e orientale, hanno respinto le richieste di accogliere rifugiati in qualsiasi quantità.
Il numero di immigrati è diminuito drasticamente dal 2015, mentre è stata presentata una serie di iniziative, da un’agenzia di frontiera e guardia costiera europea di 10.000 uomini a una revisione delle procedure di asilo dell’UE.
La Clinton ha esortato le forze contrarie al populismo di destra in Europa e negli Stati Uniti a non trascurare le preoccupazioni sulle questioni razziali e identitarie che secondo lei sono state la causa della perdita di voti chiave nel 2016. Ha accusato Trump di avere sfruttato la questione nel contesto elettorale e di continuare a sfruttarla dopo essere entrato in carica.
“L’uso degli immigrati come espediente politico e come simbolo di un governo che ha fallito, di attacchi contro il proprio patrimonio, la propria identità, la propria unità nazionale è stato molto sfruttato dall’attuale amministrazione “.
La Brexit, descritta dalla Clinton come il più grande atto di autolesionismo economico nazionale nella storia moderna, “ha riguardato soprattutto l’immigrazione”.
Brevi considerazioni.
Questo è uno dei tanti casi in cui il motto latino “in medio stat virtus “ calza a pennello. Non si può far passare il messaggio che tutti quelli che partono dall’Africa o dal Medio Oriente saranno accolti a braccia aperte. D’altro canto non si possono lasciare morire in mare quelli che sono riusciti a sopravvivere alle condizioni estreme del viaggio e alle torture dei trafficanti. Tutti concordano che le soluzioni (un “dèjà vu”) sarebbero l’estensione di corridoi umanitari (attualmente esigui) e la creazione delle condizioni di sviluppo soprattutto in Africa. Ma su tutt’e due i fronti i ritardi sembrano francamente incomprensibili.
https://www.theguardian.com/world/2018/nov/22/hillary-clinton-europe-must-curb-immigration-stop-populists-trump-brexit

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...