Gli arrivi dei migranti sono un decimo di quelli del 2015, ma l’isteria aumenta

16 Lug

Risultati immagini per migrantiMigranti e Sviluppo – Commenti esteri n° 20
a cura di Piero Rizzo

Per questo numero abbiamo selezionato un editoriale dell’Observer del 17 giugno u.s. molto critico nei confronti della UE a incominciare dal titolo: “Il punto di vista dell’Observer sui migranti che muoiono perché l’Europa si sta piegando al populismo”, e dal sottotitolo: “Il dramma della nave di salvataggio Aquarius mette in luce le terribili conseguenze del fallimento delle politiche migratorie”.
E’ incredibile come la coesione della UE sia messa in crisi da un non problema: l’immigrazione. Dopo il picco del 2015 con un numero di arrivi in Europa superiore al milione si è passati ai 273 mila del 2017 e ai 46 mila dei primi sei mesi del 2018. Il governo tedesco ha rischiato (e forse rischia ancora) una crisi per la cosiddetta migrazione secondaria, ossia per qualche decina di migliaia di immigrati che sono stati registrati nel paese di arrivo e poi si sono spostati in Germania. Tutto questo avviene perché si cerca di sconfiggere il populismo sul suo stesso terreno.
Riportiamo alcuni stralci dell’articolo liberamente tradotti.
La difficile situazione dell’Aquarius, la nave di salvataggio che trasportava 629 migranti, è un potente monito degli spaventosi fallimenti della politica migratoria europea. Non è stato tenuto in alcun conto che la nave trasportava sette donne incinte e oltre un centinaio di bambini non accompagnati, salvati in mare mentre tentavano di effettuare il disperato e pericoloso attraversamento dalla Libia all’Italia. Prima l’Italia, poi Malta, hanno rifiutato l’ingresso della nave nei loro porti. Alla fine, la Spagna si è offerta di permettere l’attracco nel porto di Valencia, a quattro giorni di distanza in condizioni di navigazione difficili.
Sembra altamente improbabile che il gesto spagnolo sia l’indizio di un ripensamento disperatamente necessario. Negli ultimi anni, l’offensiva della politica europea si è spostata dal miglioramento delle condizioni per coloro che cercano rifugio in Europa all’obbiettivo di ridurre i flussi migratori irregolari a prescindere dal costo umanitario. La filosofia sembra essere che fin quando non ci sono bambini affogati che giacciono sulla battigia di qualche spiaggia turca, l’Europa sta assolvendo ai propri doveri morali e legali, indipendentemente dal fatto che alla fine finiscano per morire altrove.
Gli accordi con la Turchia prima e con la Libia poi (i primi attuati dalla Merkel, i secondi da Minniti prima e da Salvini poi) sembra abbiano raggiunto l’obbiettivo.
Alcuni sostengono che la politica della “Fortezza Europa”, basata sull’impedire che le persone mettano piede su uno dei paesi confinanti, è l’unica risposta pragmatica ai populisti, i quali sfruttano la questione migratoria a fini politici. Ma la verità è che, assecondando l’idea dei populisti che i flussi migratori irregolari provocano una crisi europea e una minaccia mortale ai suoi valori, i politici tradizionali hanno fornito loro l’ossigeno necessario per prosperare.
Oggi l’Europa rimane più divisa che mai. L’approccio nazionalista-populista, a lungo sostenuto dal blocco di Visegrád, sta guadagnando il sostegno dei ministri degli interni di Austria, Italia e Germania, i quali annunciano un nuovo “asse” di cooperazione in materia di sicurezza e immigrazione. L’adesione a idee un tempo marginali, come la creazione di centri per richiedenti asilo in Africa, sta crescendo.
Si parla di una crisi esistenziale per una sempre più isolata Angela Merkel. Ma – molto più della Brexit – è una crisi esistenziale per la stessa UE. L’Europa continuerà nella sua corsa verso il basso o i leader saranno in grado di unirsi per sviluppare un approccio condiviso e umanitario alla migrazione irregolare? La risposta modellerà il futuro stesso del progetto europeo.
Questa volta pensiamo che qualsiasi chiosa sarebbe del tutto superflua.

https://www.theguardian.com/commentisfree/2018/jun/17/observer-view-europe-migration-policy-populism-rescue-ship-aquarius

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...