Cronaca dic. 2017 – genn. 2018

29 Gen

Migranti e Sviluppo – Scheda 14

29 nov.-1 dic. 2017 – La Conferenza di Abidjan (Costa d’Avorio), di ONU, UE e Unione Africana, decide di rimpatriare 15mila rifugiati nigeriani e senegalesi, attualmente in Libia, e di reinserirli nei loro paesi, con impegno finanziario UE di ca. 150 milioni. Invece eritrei e somali – che hanno diritto alla protezione – andranno nei centri ONU.

° Al 1 dic. in Libia c’erano ca. 500mila migranti pronti a partire per l’Europa. Molti di questi sono distribuiti in 42 campi, spesso governativi, dove si vive in condizioni orribili. L’ONU ne chiede da tempo la chiusura, ma è difficile farlo perché essi procurano grandi guadagni a chi li gestisce. Molti campi non sono accessibili all’OIM (Organizz. Internaz. Migrazioni). Secondo l’Unhcr, 40mila rifugiati in Libia avrebbero diritto alla protezione. Ma gli altri non hanno nessuna tutela.

4 dic. – Gli USA di Trump rifiutano di sottoscrivere il patto sull’emigrazione promosso dall’ONU per “una migrazione sicura, ordinata e regolare”. Questo patto osserva che è difficile distinguere tra migranti economici e vittime di violenze.

5 dic. – Eurostat comunica che nel primo semestre 2017 la Germania ha ricevuto 357mila domande di asilo, contro le 199mila di tutti gli altri paesi UE. Ne ha accettate 182mila (più di tutti gli altri paesi insieme), l’Italia 38mila e la Svezia 13mila.

° La Corte Suprema USA approva il bando di Trump a chi proviene da Siria, Libia, Iran, Yemen, Ciad e Somalia.

13 dic. – Il vertice a Parigi di Italia, Germania, Francia, Mali, Niger, Ciad, Mauritania e Burkina Faso comunica che i passaggi in Niger sono scesi da 290mila a ca. 30mila; e che Arabia Saudita ed Emirati stanziano risp. 100 e 30 milioni contro il terrorismo che si sta espandendo nel Sahel.

° Già l’Economist del 9 settembre ipotizzava che il calo sia dovuto al fatto che l’Italia paga i trafficanti di uomini per astenersi dal mandare barche (p. 30-31).

15 dic. – I paesi di Viségrad oltre a rifiutare di accogliere migranti, rifiutano ancora la revisione della norma dell’accordo di Dublino che vieta ai migranti di uscire dal paese di prima accoglienza.

° La Procura di Roma chiede il rinvio a giudizio di due ufficiali della Marina per il naufragio del 11 ottobre 2013 (300 morti) per aver impedito i soccorsi.

20 dic. – Fra i Rohingya, cacciati e mitragliati dal governo birmano (diretto dal premio Nobel Aung San Suu Kyi) e affollati alla frontiera col Bangladesh, vengono reclutate famiglie come schiavi per raccattare in India rifiuti utilizzabili (v. anche l’Economist, 9 sett., p. 13 e 45).

Dic.-genn. – Escono diversi servizi sul passaggio clandestino dall’Italia alla Francia attraverso le Alpi (Bardonecchia). Spesso i migranti hanno abiti estivi e scarpe da tennis. Diversi volontari, in Italia e in Francia danno loro vestiti più adeguati e pasti caldi.

16 genn. – Il candidato della Lega alla presidenza della Lombardia, Attilio Fontana, dichiara che bisogna proteggere la “razza bianca” contro gli immigrati; poi si scusa; poi cresce nei sondaggi e dichiara: “Caccerò 100mila clandestini” (Milano-Repubblica, online, 22 genn.). Allora, per ribadire il suo ruolo di leader, Salvini dichiara che ne vuole espellere 500mila. Chi offre di più?

23 genn. – I vescovi italiani criticano il clima da leggi razziali che si è creato in Italia.

24 genn. – La stampa riferisce di due video di torture in Libia contro alcuni migranti sudanesi. I video vengono mandati alle famiglie tramite smartphone perché paghino il riscatto (Repubblica, p. 13). Alcuni torturatori sono poi stati presi dalla polizia libica (26 genn.).

27 genn. – In seguito alla campagna che ha gettato diffidenza e discredito sulle Ong impegnate ai salvataggi nel Mediterraneo, le donazioni alle Ong sono calate del 10% (La Stampa).

(chiuso il 28 gennaio 2018)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...